Repubblica Dominicana le sue destinazioni

Repubblica Dominicana le sue destinazioni

 

 

Repubblica Dominicana

 La Repubblica Dominicana occupa la parte orientale dell’isola di Hispaniola, fa parte delle Grandi Antille (seconda per dimensione solo da Cuba) . La Repubblica Dominicana è bagnata a sud dal Mar dei Caraibi e a nord dall’Oceano Atlantico.

Ogni anno viene visitata da circa 3 milioni di turisti (di cui 160 mila italiani); l’ospitalità e l’allegria dei suoi abitanti, uniti a un clima e a un paesaggio tropicale, rendono questa meta una delle destinazioni turistiche più visitate dell’area dei Caraibi.

Viaggiare nella Repubblica Dominicana, un’isola meravigliosa ed estremamente ricca e versatile, non è soltanto un piacere per gli occhi e un tuffo nel divertimento, ma può diventare un’esperienza indimenticabile se vissuta con l’attenzione e la giusta intensità che il paese merita.

La capitale della Repubblica Dominicana è Santo Domingo, che presenta la terra più importante per eccellenza, ma altri luoghi caratterizzano questa meravigliosa terra, come ad esempio: Puerto Plata, Cabarete, Samanà, Punta Cana, Bayahibe, Isla Saona, Boca Chica, Juan Dolio, La Romana, Santo Domingo, Guayacanes e Barahona.

Santo Domingo:

Santo DomingoSanto Domingo fu fondata dai primi coloni spagnoli che raggiunsero le Americhe nel 1496 ed è di fatto la città coloniale più antica del “Nuovo Mondo”. Proprio per questa ragione l’Unesco ha inserito la “Ciudad Colonial” di Santo Domingo nella lista dei Patrimoni Mondiali dell’Umanità, un riconoscimento prestigioso e rilevante a livello internazionale.

Le cose da vedere a Santo Domingo sono :

la Cattedrale di Santa Maria de la Incarnacion, progettata dall’architetto spagnolo Alonso de Rodriguez agli inizi del 1500. Nei pressi della Cattedrale c’è il Parque Colón, situato proprio nel cuore della Città Coloniale e dedicato a Colombo. Il Parco merita una visita, così come il Forte Ozama, segno tangibile del passato coloniale della città.

I più famosi musei da non perdere sono: l’area di Plaza de la Cultura, nei cui pressi troverete ben 4 musei tutti da esplorare: il Museo de Historia Natural, il Museo del Hombre Dominicano, il Museo de Arte Moderno ed infine il Museo de Historia y Geografía.

Puerto Plata

San Felipe de Puerto Plata , spesso definita semplicemente come Puerto Plata , è famosa per le località come Playa Dorada e Costa Dorada, che si trovano a est di San Felipe de Puerto Plata. A Puerto Plata si trova un univa funivia, con essa si può arrivare fino a Pico Isabel de Torres, una montagna alta 793 metri all’interno della città. La cima della montagna gode di un giardino botanico e una replica del Cristo Redentore, la famosa statua di Rio de Janeiro.

La fortificazione Fortaleza San Felipe, costruita nel 16 ° secolo, fungeva da prigione sotto la dittatura di Rafael Trujillo. La fortificazione si trova vicino al porto di Puerta Plata.

Un’altra attrazione storica è l’ambra museo, consigliata la visita a tutti i visitatori del luogo.

Ci sono un totale di 100.000 posti letto in tutti gli alberghi nella città.

La catena Riu della località offre: Bachata – Riu Merengue e Riu Mambo località turistiche (All Inclusive) che si trovano vicino alla spiaggia di Maimon Bay a circa 45 minuti dall’aeroporto, e a circa 9 km da Puerto Plata.

Puerto Plata è servita per l’aeroporto internazionale di Gregorio Luperón, situato a circa15 km ad est della città, vicino alla città Union La.

Cenni di storia…

Sin dalla fondazione di La Isabela, il primo villaggio del Nuovo Mondo, 2 gennaio 1494, Puerto Plata è una città di primati nelle Americhe.

Intorno al 1555, Puerto Plata raggiunse moltissima importanza come città portuale, e diventò così uno dei luoghi delle Antille dove risiedevano anche i pirati. Questo non aiutava dunque lo sviluppo economico e demografico della città in quanto era considerato un luogo di pericolo.

Cristoforo Colombo , nel suo primo viaggio, chiamato la montagna Monte de Plata, osservando che, poiché la parte superiore è spesso nebbioso ha avuto un argento, come aspetto deriva da qui il nome della porta.

La città creata da Christopher fratelli e Bartolomeo Colombo, nel 1496 e riferisce all’anno 1502 da Frey Nicolás de Ovando.

Nella sua prima fase come colonia spagnola la città era considerato il principale porto commerciale e marittimo dell’isola.

Cabarete

Cabarete é un piccolo paese della Repubblica Dominicana. E’ situato ad un quarto d’ora dalla città di Sosúa, nel nord dell’isola di Santo Domingo. Viene considerato un piccolo centro turistico perfetto per  chi ama praticare kitesurf e windsurf; l’ambiente è giovane e la vita notturna è animata e divertente.

Cabarete si trova nella provincia di Punta Plata, un distretto in cui troviamo altre importanti destinazioni turistiche dominicane come San Felipe, Puerto Plata, Villa Isabela o Altamira.

Paesaggi di montagne, lagune, spiagge paradisiache di sabbia bianca ed acque cristalline, eccellenti per praticare sport come kitesurf e windsurf, oltre al diving, Cabarete è tutto uno spettacolo, un luogo ideale per godere il vero stile di vita della Repubblica Dominicana.

Cabarete è sede di importanti prove del circuito mondiale di kitesutf e windsurf (PKRA e PWA), sede di numerose ed importanti scuole degli sport citati precedentemente, ma è anche il posto giusto per fare sport d’avventura, escursioni organizzate o turismo ecologico, attraverso diverse specie di uccelli da poter osservare..

Cabarete gode della bellissima Playa Cabarete, una spiaggia di sabbia bianca e dorata che viene accarezzata da onde con acque cristalline, ingredienti perfetti per kitesurf e windsurf..A Cabarete sono presenti un gran numero di hotel ed appartamenti dove trovare alloggio, sono presenti anche numerosi ristoranti, bar, discoteche. Lo stile di vita, di giorno come di notte, è allegro, spensierato e molto vivace.

La vacanza a Cabrete non è mai stata cosi bella con Cubacom.net by Mattia tour, che curerà ogni dettaglio, lasciandovi in pieno relax,  in attività con sport e molti altri divertimenti.

Samanà

La Repubblica Dominicana propone al turista molte spiagge incontaminate e colline dove la natura  fa ancora da sovrana. La maggior parte di questi luoghi sono situati nella Penisola di Samanà nel nord est del Paese. Qui tutto è come almeno venti anni fa ed ancora, nonostante il progresso avanzi, è facile vedere carretti trainati da cavalli. La città comunque presente comodità per i viaggiatori nel luogo, dando l’opportunità di accedere a moltissime strutture alberghiere, molte delle quali internazionali. Questa zona per ora ha mantenuto il suo aspetto naturale inalterato grazie alla fitta vegetazione del territorio, ed alle vie di comunicazione ancora precarie che ne hanno mantenuto un certo isolamento. Il capoluogo della Regione è Santa Barbara de Samanà, affacciata sull’omonimo golfo nella parte sud della penisola. La località turisticamente più importante Las Terrenas ha circa 40 km di strada sterrata.

Come raggiungere il luogo…

Arrivare a Samanà non è semplice e comodo, la zona non è ancora dotata di un aeroporto internazionale, che ancora oggi si trova in fase di costruzione, lasciandoci del tutto ignari della data per la sua apertura. Le strade che uniscono la regione alle città principali della RD sono modeste ed abbastanza insufficienti. L’aeroporto più vicino è il Gregorio Luperon di Puerto Plata il quale, ha pochissimi voli charter e quindi occorre servirsi degli scali LA ROMANA e SANTO DOMINGO “LAS AMERICAS”.

Punta Cana

Punta Cana è una regione che si trova nella parte nord orientale della Repubblica Dominicana. La popolazione che ne fa parte, è di circa 100.000 abitanti e si estende su un territorio di circa 420.000 mq. È la principale zona turistica dello stato ed è nota come “costa del cocco” per le centinaia palme da cocco sparsi lungo i 48 km di sabbia bianca molto fine e di acqua azzurro-turchese. Nella zona di Punta Cana la Spiaggia Bávaro occupa 3 km di lunghezza e, per la sua barriera corallina naturale e per il contrasto tra le acque e la sua costa, è considerata una delle 10 spiagge più belle del mondo.

Bayahibe

Bayahibe è definito un piccolo villaggio di pescatori, posto nella provincia de La Altagracia, nella Repubblica DominicanaBayahibe è un luogo caraibico che vive di pesca e turismo, dove le poche e piccole strutture ricettive si inseriscono in modo armonioso con la naturale cultura locale. E’ distante circa 2 ore di pullman dalla capitale, Santo Domingo, ed un’ora dall’Altos de Chavòn. Il piccolo villaggio di mare, senza neppure una strada asfaltata, è situato nel cuore del Parque National del Este e viene definito un punto logistico per raggiungere Isla Saona, una delle isole più belle di tutti i caraibi. Bayahibe si affaccia sulla costa sud orientale dell’isola, sulla zona costiera più bella della Repubblica Dominicana. Infatti, i turisti dicono che il mare più bello si trova a Bayahibe. I cittadini del luogo di Bayahibe, con le loro casette di legno umili ed ospitali, mantengono ancora la semplicità e i colori del tipico villaggio caraibico

Isla Saona

L’ isola di Saona è la più grande delle isole nella Repubblica Dominicana. Appartiene alla provincia La Romana e fa parte del Parque Nacional del Este. L’isola di Saona è anche una grande attrazione turistica per le sue belle spiagge e le bellezze naturali.

Le spiagge, sempre straordinarie, da quelle attrezzate con comode sdraio sotto le palme e gustosi buffet, a quelle solitarie sul lato sud-est dell’isola, come Playa del Canto, per arrivarci ci vuole una mezz’ora in più  di navigazione in barca a motore. Per concludere, sul lato nord di Saona, lungo il canale di Catalinita, si trova il luogo principale dove si pratica la pesca, con fondali rocciosi, per la felicita’ dei pescatori subacquei . Percorrendo le stradine del villaggio dei pescatori e pittori, si ha la sensazione di trovarsi in un paesaggio d’altri tempi. Un’esperienza indimenticabile.

Il nome attuale Saona (in origine “la Bella Saonese“), fu dato dall’ammiraglio Cristoforo Colombo in omaggio alla città  di Savona. L’isola fu scoperta da Colombo nel maggio 1494.

L’isola ha due insediamenti umani permanenti, le città di Mano Juan e Catuano . Mano Juan è un villaggio di pescatori con case di legno e Catuano è una spiaggia, che ha un distaccamento della Marina.

Boca Chica

Boca Chica si trova una delle più belle spiagge della Repubblica Dominicana. Paragonandola alle spiagge che si trovano lungo la costa nord (Puerto Plata, Sosua, Cabarete). A Boca Chica, la sabbia è più bianca e soffice, e l’acqua è più calma, limpida e meno profonda. A Las Terrenas, nella penisola di Samana’, si trovano spiagge considerate dai passanti più belle.

Ma se cercate una spiaggia con tutti i servizi, quella di Boca Chica è davvero speciale. Le sue acque formano un’insenatura che si estende per oltre un chilometro e mezzo. Circa 500 metri al largo possiamo notare una barriera corallina a forma di semicerchio. Estesa da un capo all’altro della spiaggia, la barriera si protende appena fuori della superficie del mare circondando tutta l’insenatura, formando una grande piscina naturale poco profonda. All’interno della barriera, l’acqua è limpida come un cristallo, continuamente filtrata e alimentata da una serie di sorgenti naturali sotterranee. E’ proprio questa “piscina nel mare” a offrire diversi splendidi, differenti panorami, color blu profondo dei Caraibi oltre la barriera a far contrasto con la baia poco profonda che cambia, a seconda dell’inclinazione del sole.

Juan Dolio

Juan DolioJuan Dolio posto a metà strada tra Santo Domingo e La Romana, è la destinazione ideale per una fuga per due ma anche per vacanze familiari. Questa affascinante città di mare è accogliente, ma nelle sue vicinanze è possibile trovare anche fantastici tour giornalieri; come ad esempio verso La Romana Santo Domingo. Altre attività che è possibile effettuarle in zona, comprendono immersioni e snorkeling sulla costa dal ricco ecosistema. Gli incontri di baseball cui è possibile assistere allo stadio Tetelo Vargas di San Pedro de Macorís e la visita ai  negozi e ristoranti.

La vita a Juan Dolio gira intorno alle sue affascinanti spiagge e alle vicine comunità costituite dai resort. Queste comunità si accendono durante i fine settimana, quando i Domenicani arrivano in cerca di relax. Anche se circondata da eleganti torri residenziali, la vicina spiaggia di Guayacanes riserva per i residenti della capitale un rustico stile di vita da comunità in vacanza.

La Romana

La Romana è il più popolare terza città del Paese dopo Santo Domingo e Santiago de los Caballeros.

La Romana è sede di una squadra di baseball della Major League, la Torosdel Este . Tra i mesi di settembre fino a febbraio può essere spettatore dei giochi e partecipare alla gioia e la passione dei Romanens.

Nel suo tour di La Romana vedere le sculture gli artisti e artigiani nelle piazze e viali. Da visitare assolutamente è il Mercato Centrale , dove i turisti hanno la possibilità di entrare in empatia con la comunità dei Romanes nelle loro necessità di business.

La città gode di un ottima cucina variegata, che offre numerosi ristoranti, con una scelta alimentare tipica dominicana, arabo, orientale e il cibo conosciuto in tutto il mondo, quello americano.

Altri luoghi toccare con mano sono le bellissime spiagge come La Caleton,La Caleta, Las Minitas e Cumayasa dove si può godere il bellissimo mare della Repubblica Dominicana.

La Romana è una delle principali sedi di trasporto, gode dell’aeroporto internazionale La Romana che fa atterrare aeroporti da tutto il mondo, sia aerei charter sia di linea.

Vedi nostra proposta voli per Santo Domingo